03 Ott 2017

Un tappeto verde esclusivo per celebrare la moda sostenibile a Milano

Category: News

In molti l’hanno definito l’evento clou della Settimana della Moda di Milano 2017. Si tratta della prima edizione dei Green Carpet Fashion Awards, Italia organizzati da Eco-Age con Camera Nazionale della Moda.

Il nostro filo ECONYL® era presente sia come ingrediente di un esclusivo tappeto verde che vestiva Piazza della Scala il 24 settembre, ed era anche l’ingrediente scelto da due stilisti finalisti per il premio Franca Sozzani GCC Award per il miglior designer emergente.

#aboutlastsunday #GCFAItalia @ecoage @cameramoda 💖💚💖

Un post condiviso da Livia Firth (@livia_firth) in data:

L’evento è stato un grande successo. La prima metà si è svolta all’esterno, nella Piazza davanti al teatro. Un manto di erba vera e alberi di melograno erano stati posizionati tutto intorno alla piazza. Tra questi, i percorsi erano segnati dal tappeto verde il cui design, creato appositamente, richiamava i melograni, con uccelli che volavano su un fondo che abbracciava le tinte dal verde all’azzurro. Qui è dove sono arrivati tutti i VIP, subito presi d’assalto dai fotografi proprio mentre percorrevano il tappeto verde. Tra questi ci sono stati: Gisele Bundchen, Dakota Johnson, Zoe Saldana, Giorgio Armani, Amber Valletta, Karolina Kurkova, Alessandro Michele (il direttore creativo di Gucci), Lauren Hutton e ovviamente anche Livia Firth con Colin Firth.

I Green Carpet Fashion Awards, Italia 2017 si fondano su valori di sostenibilità e vogliono onorare il Made in Italy – una delle filiere più importanti al mondo. Il progetto nasce dalla collaborazione della Camera Nazionale della moda con Eco-Age ed il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico, dell’Italian Trade Agency (ITA) e il patrocinio del Comune di Milano.

Il tappeto verde che ha lasciato tutti senza parole è stato realizzato dal nostro cliente ege con filo ECONYL® rigenerato, ed è stato installato in Piazza della Scala da Ecocontract+Ecodesign

La storia e la filosofia di questo tappeto sono molto in linea con quelle dell’evento e del premio creato per celebrare la sostenibilità nel campo della moda. Infatti, il filo di nylon usato per il tappeto, è stato prodotto partendo dai rifiuti di Nylon raccolti in tutto il mondo. Ma questa non è la fine della storia. Il tappeto è stato realizzato con rifiuti rigenerati ma non finirà in discarica dopo l’evento. Sarà inviato in Slovenia dove sarà riutilizzato e poi rigenerato di nuovo per farne nuovo filo ECONYL® che sarà utilizzato in capi di abbigliamento e nuovi tappeti. Se vi interessa la storia, qui trovate un video che racconta il percorso del tappeto dai rifiuti fino alla sua rigenerazione in filo.

Il filo ECONYL® è stato anche l’ingrediente utilizzato da due dei cinque finalisti in lizza per il Green Fashion Awards, Italia: CO|TE e Leo Studio Design. L’abbiamo intervistati e potete leggere le loro storie sul nostro sito.


E questi sono stati i vincitori nelle varie categorie:

  1. Community and Social Justice: Colin Firth ha premiato Brunello Cucinelli
  2. The Art of Craftsmanship: Annie Lennox ha premiato le sarte della Maison Valentino
  3. Best International Designer supporting Made in Italy Anna Wintour ha premiato Tom Ford, Andrew Garfield ha ricevuto l’invito
  4. Technology and Innovation: Miroslava Duma e Derek Blasberg hanno premiato Orange Fiber e New Life
  5. Supply Chain Innovation: Arizona Muse ha premiato Gucci
  6. Eco Stewardship: Alessandro Roja ha premiato Zegna
  7. The Franca Sozzani GCC Award for Best Emerging Designer: Naomi Campbell e Sara Sozzani Maino hanno premiato Tiziano Guardini
  8. Sustainable Producer: Amber Valletta ha premiato Taroni
  9. The Artisanal Laureate Award: Vittoria Puccini ha premiato Chiara Vigo
  10. The Social Laureate Award: Stefania Rocca e Bianca Balti hanno premiato Ilaria Venturini Fendi
  11. The Vogue Eco Laureate Award: Emanuele Farneti ha premiato Gisele Bündchen
  12. The CNMI Recognition of Sustainability: Colin Firth e Alessandro Cattelan hanno premiato Giorgio Armani, Miuccia Prada, Pierpaolo Piccioli e Alessandro Michele.
Related posts