CO|TE ai Green Carpet Fashion Awards italiani con il filo ECONYL®

21 Set 2017
Molti l’hanno già eletto ad evento clou della settimana della moda di Milano. Si tratta della prima edizione dei Green Carpet Fashion Awards italiani organizzati da Eco-Age insieme alla Camera Nazionale della Moda. Il filo ECONYL® sarà presente in doppia veste: sarà l’ingrediente di uno speciale tappeto rosso dall’anima sostenibile che decorerà piazza della Scala il 24 settembre, ed è anche il filo usato da alcuni dei designer finalisti del premio.

Abbiamo contattato i designer di CO|TE, uno dei brand finalisti che utilizzano il nostro filo rigenerato dai rifiuti di Nylon. Abbiamo deciso di fare loro un’intervista per conoscere meglio la filosofia e l’ispirazione dietro al brand in attesa di vedere le loro creazioni sfilare alla Scala di Milano il 24 sera.

COTE

CO|TE nasce nel 2010 dall’amicizia e dalla collaborazione di Tomaso Anfossi e Francesco Ferrari, i due giovani designer che l’hanno fondata. Da allora il brand ha iniziato il suo percorso fedele alle tradizioni del made in Italy e forte di uno stile che parte dalle forme geometriche e che quindi è sempre alla ricerca di tessuti in grado di sostenere i volumi e di durare nel tempo.

I designer di CO|TE: TOMASO ANFOSSI E FRANCESCO FERRARI

Cote

Come inizia il vostro percorso?

Tutto nasce dalla nostra amicizia e dalla passione per il nostro lavoro, che ci ha sempre uniti. Tramite le nostre collezioni volevamo rappresentare la nostra visione e concezione della moda al giorno d’oggi

Perché avete deciso di partecipare al premio di Eco-Age?

Perché amiamo le sfide e crediamo in una moda che possa essere più attenta al mondo che ci circonda.

Quali sono le caratteristiche della nuova collezione che state lanciando?

Abbiamo utilizzato tessuti naturali, molto cotone, popeline, uniti a del jersey per creare look daywear ma con un tocco di attorialità, una moda Street Couture.

A che tipo di consumatore vi rivolgete?

Pensiamo sempre a una donna reale che vive il presente e che ama sentirsi a suo agio indossando capi che la possano distinguere.

Che cosa vi spinge ad includere la sostenibilità nelle vostre creazioni?

Ci spinge il fatto di provare a lanciare un messaggio anche ai più giovani e a tutte quelle persone che amano fare uno shopping emozionale e quindi ascoltare anche il perché è stato scelto un tessuto piuttosto che un altro. È importante fin dall’inizio della creazione di una collezione pensare anche di inserire dei pezzi che possano rispettare certi standard di eco sostenibilità.

Riguardo alla sostenibilità ambientale, quali sono secondo voi le più grandi sfide del mondo della moda e come CO|TE affronta queste sfide?

La sfida più grande è far passare alcuni messaggi al cliente finale, in modo che possa comprendere l’importanza di alcune scelte fatte nel rispetto dell’ambiente.

Perché la trasparenza è così difficile da ottenere nel mondo della moda?

Tutti possono essere trasparenti, basta volerlo.

Come scegli i materiali? La sostenibilità è parte di questo processo?

La ricerca è alla base di tutto il processo creativo, scegliamo in base al nostro intuito e a ciò che un tessuto ci comunica.

Dove cercate per scoprire nuovi materiali?

Fiere di settore principalmente o andando anche nelle aziende stesse vedendo il processo fin dall’inizio.

Come siete venuti a sapere del nostro filo? Perché l’avete scelto e come è stato lavorare con questo materiale?

Tramite una nostra ricerca siamo venuti a conoscenza del filo ECONYL® e ci è molto piaciuta l’idea e il concetto attorno al quale ruota il progetto. Abbiamo quindi deciso di utilizzarlo e siamo molto soddisfatti del risultato.

Notate un interesse tra i consumatori per l’impatto ambientale dei capi di abbigliamento che comprano e utilizzano? Avete notato cambiamenti in questi anni nei comportamenti dei consumatori finali rispetto alla sostenibilità?

Abbiamo notato dei cambiamenti, ma come tutte le cose c’è bisogno di tempo e costanza, in un mondo che corre bisogna poter trovare il tempo per fermarsi e saper ascoltare.

Quale è stata la scintilla creativa per questo progetto con cui partecipate al premio? Da dove è venuta l’idea?

Volevamo unire dei materiali che rispecchiassero la nostra idea di ecosostenibilità. Abbiamo quindi mixato sete biologiche a tessuti realizzati proprio in filo di nylon ECONYL®! Due mondi differenti ma che insieme si parlano e si sposano benissimo.

Qual è il vostro processo creativo normalmente? Da dove traete ispirazione e da dove cominciate?

Ciò che ci ha ispirati per questa collezione è l’aspetto ludico nascosto dentro ad ogni donna. Volevamo dare alla collezione un’impronta molto contemporanea, come siamo soliti fare, basandoci sul nostro studio di volumi e geometrie mixando il tutto con tessuti ricercati che aiutano a mantenere le forme anche nell’ indossato.

Avete uno stilista o un brand che per voi rappresenta un modello?

Amiamo le creazioni di Walter Albini.

Che suggerimenti dareste ad un giovane designer che voglia intraprendere una carriera nel mondo della moda sostenibile?

Lo stesso che darei a un giovane designer che voglia in qualsivoglia modo intraprendere una carriera nel mondo della moda ovvero di credere in primis nelle proprie idee, di tenere non solo gli occhi ma anche le orecchie ben aperte per ascoltare ciò che il mercato chiede in questo preciso momento storico senza mai perdere la propria identità.

Chi sono le altre persone dietro a CO|TE? Quanto è importante la collaborazione?

Nel nostro lavoro la collaborazione è la base di tutto, bisogna sapere creare un team vincente e collaborare insieme.

Potete darci alcune indicazioni sui trend che intravedete per la prossima stagione?

La moda ormai è fatta da trend di ogni tipo, noi cerchiamo di essere sempre coerenti con noi stessi e portare avanti una nostra idea di moda fondata anche sul rispetto di tutta la filiera lavorativa.

State già lavorando su un nuovo progetto?

Siamo sempre al lavoro su nuove collezioni e progetti, non ci piace stare fermi per troppo tempo.

Dove vedete il mondo della moda in 5/10 anni?

Il mondo della moda cambia molto velocemente quindi non abbiamo una visione così lontana, possiamo dire che per quanto ci riguarda ci stiamo impegnando per portare avanti il nostro progetto.

Domenica 24 settembre presso il teatro La Scala, i designer di CO|TE, insieme ad altri 4 finalisti, avranno l’occasione di mostrare i loro capi in una sfilata dalla quale uscirà un vincitore del primo premio italiano dei Green Carpet Fashion Awards. Il vincitore riceverà il premio “Franca Sozzani GCC Emerging Designer of the Year”, l’opportunità di partecipare alla Settimana della Moda di Milano a febbraio 2018 e un’esclusiva retail partnership.

Category: Blog, Fashion, News
ECONYL® BRAND
BY AQUAFIL
> Go to Aquafil.com